Ricerca libera
Archivio (6)
Meridiana, tutti risarciti.

Per i voli del 19/03/2017 02/04/2017 e 30/04/2017 sono in arrivo i risarcimenti

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

8-6-2017
ЮРИДИЧЕСКАЯ КОНТОРА ЛУКИ ВИАПИАНО В ГОРОДЕ БОЛОНЬЯ (ИТАЛИЯ)

Всем клиентам предлагается высокое качество работы, конфиденциальность, быстрота и способность достижения результатов в короткие сроки. Для наших клиентов разрабатываем индивидуальные и эффективные условия для достижения также сложных ситуаций. В центре нашей деятельности закладываем личные, экономические требования и цели для наших клиентов. Главная цель- удовлетворение клиентов. Стадия выбора адвоката очень важна для исхода вашего дела. Мы стараемся, чтобы адвокат для Вас стал другом, который всегда готов Вам помочь. В работе адвоката существуют сотни приемов, технологий и методов защиты интересов Доверителя,которые мы используем. Всегда есть возможность рассчитывать на опытного собеседника, профессионала, который хорошо изучит Твои потребности и их представит соответствующим способом.

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

23-2-2017
La mediazione civile obbligatoria

A seguito dell'approvazione del decreto legislativo che introduce la mediazione nel nostro ordinamento, la mediazione obbligatoria è per entrata in vigore come espressamente prevedeva il provvedimento legislativo differendo l'entrata in vigore della mediazione obbligatoria di un anno, rispetto alla mediazione facoltativa, già in vigore dall'anno scorso. la mediazione dovrà essere esperita a pena di improcedibilità della domanda giudiziale, in materia condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari. La mediazione può essere obbligatoria, facoltativa e demandata: oltre al primo caso, previsto dall'art. 5 del decreto legislativo n. 28/2010, entrato in vigore lo scorso 21 marzo, in cui la mediazione in alcune materie elencate nella disposizione citata, diventa la condizione di procedibilità della domanda giudiziale, negli altri casi, si avrà mediazione facoltativa quando, nelle altre controversie, diverse da quelle elencate, verrà scelta dalle parti, a patto che si tratto sempre di diritti disponibili. Nell'altro caso, e cioè nel caso della mediazione demandata, è il giudice, a cui le parti si siano già rivolte, che invita le parti al previo tentativo di mediazione. Che cosa è la mediazione? Si tratta di un'attività professionale svolta da un soggetto terzo e imparziale e finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa. Il mediatore è la persona o le persone fisiche che, individualmente o collegialmente, svolgono la mediazione rimanendo prive, in ogni caso, del potere di rendere giudizi o decisioni vincolanti per i destinatari del servizio medesimo. Dove si svolge? La mediazione può svolgersi presso enti pubblici o privati, che sono iscritti nel registro tenuto presso il Ministero della giustizia e che erogano il servizio di mediazione nel rispetto della legge, del regolamento ministeriale e del regolamento interno di cui sono dotati,approvato dal Ministero della giustizia. L'organismo dove il mediatore presta la sua opera è vigilato dal Ministero della Giustizia. Come si svolge? La mediazione si introduce con una semplice domanda all'organismo, contenente l'indicazione dell'organismo investito, delle parti, dell'oggetto della pretesa e delle relative ragioni. Le parti possono scegliere liberamente l'organismo. In caso di più domande, la mediazione si svolgerà davanti all'organismo presso cui è stata presentata e comunicata alla controparte la prima domanda. Una volta avviata la mediazione, il mediatore organizza uno o più incontri mirati alla composizione amichevole della controversia. L'accordo raggiunto con la collaborazione del mediatore è omologato dal giudice e diventa esecutivo. Nel caso di mancato accordo il mediatore può fare una proposta di risoluzione della lite che le parti restano libere di accettare o meno. In caso di insuccesso della mediazione, nel successivo processo il giudice potrà verificare che la scelta dell'organismo non sia stata irragionevole, ad esempio per mancanza di qualsiasi collegamento tra la sede dell'organismo e i fatti della lite ovvero la residenza o il domicilio della controparte. Il tentativo di mediazione civile ha una durata massima stabilita dalla legge di quattro mesi; Ogni causa civile ha una pausa iniziale che va dalla notifica della citazione al convenuto alla prima udienza di 90 giorni.

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

23-2-2017
Incidenti stradali

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

23-2-2017
Divorzio

E’ entrata in vigore la nuova Legge sul divorzio. Ecco cosa cambia:
Separazioni giudiziali: Nelle separazioni giudiziali si applica la riduzione da tre anni a dodici mesi della durata minima del periodo di separazione ininterrotta dei coniugi che legittima la domanda di divorzio.
Separazioni consensuali: Nelle separazioni consensuali si applica la riduzione a sei mesi della durata del periodo di separazione ininterrotta dei coniugi che permette la proposizione della domanda di divorzio; il termine più breve è riferito anche alle separazioni che, inizialmente contenziose, si trasformano in consensuali.
Separazioni in corso: La cessazione del matrimonio può essere chiesta da uno dei coniugi o da entrambi se è stata pronunciata con sentenza passata in giudicato la separazione giudiziale fra i coniugi, ovvero è stata omologata la separazione consensuale ovvero è intervenuta separazione di fatto quando la separazione di fatto stessa è iniziata almeno due anni prima del 18 dicembre 1970.
Sono anticipati i tempi della separazione dei beni, che le norme finora vigenti fissano al momento del passaggio in giudicato della sentenza di separazione personale e che, con il via libera al provvedimento, avviene invece nel momento in cui il giudice autorizza i coniugi a vivere separati, ovvero alla data di sottoscrizione del processo verbale di separazione consensuale.
I tempi di attesa per poter chiedere il divorzio si sono ridotti a 12 mesi in caso di separazione giudiziale, e a 6 mesi in caso di separazione consensuale.
La presenza o meno di figli minori nati nel matrimonio non influenzerà la durata del periodo di separazione che permette di richiedere il divorzio.
L’avvocato deposita il ricorso per separazione e divorzio, a richiesta del cliente , in massimo 5 giorni.

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

23-2-2017
Diritto turistico e dei trasporti

Lo Studio Legale Viapiano offre una consulenza professionale in materia di diritto turistico e dei trasporti, tutelando in maniera concreta i diritti e gli interessi dei turisti, viaggiatori e passeggeri che aspirano ad ottenere un giusto indennizzo per i danni sofferti in viaggio o in vacanza e, in particolare, a causa di disservizi nel trasporto aereo (cancellazione voli, ritardata partenza voli, perdita coincidenze voli, ecc...)

Lo Studio Legale, ha creato una divisione specializzata per la protezione dei consumatori dell'aviazione del dipartimento dei trasporti ed è un interlocutore competente ed accreditato.

Credere di poter ottenere una autotutela attraverso lettere o insistenti telefonate, è un errore comune, che a volte porta fino alla decadenza biennale del diritto al risarcimento.

L'esigenza di affidarsi ad uno specialista della materia è dovuta al fatto che il singolo passeggero è troppo debole e non viene correttamente considerato, e non potrà mai indurre i customer care dei vettori aerei oberati a dare una tempestiva risposta.

Oggi, grazie all'iniziativa dell’avvocato Viapiano, tutti i passeggeri potranno avvalersi in modo assolutamente gratuito di un servizio altamente specializzato e soprattutto di interlocutori che conoscono gli operatori e gli uffici legali dei vettori aerei e degli operatori del settore turistico (tour operator, agenzie di viaggio, società assicurative).

In ogni caso, nell'imminenza di un disservizio, ricordatevi sempre di creare e salvare un documento scritto. Annotare i nomi delle persone di contatto con cui si è parlato, le date, i numeri dei voli e altre informazioni pertinenti. Una volta annotate tali informazioni, la compagnia aerea riterrà le vostre argomentazioni più credibili perché avete in mano le prove per sostenere la vostra richiesta e quindi sarà maggiormente disposta ad ascoltarvi.
Nell’ultimo anno ha ottenuto vittorie in giudizio contro le compagnie aeree seguenti:
Ryanair, Meridiana Fly, Blu Panorama, Aeroflot, Alitalia, AirFrance, Scandinavian Sas, Austrian, EgyptAir, Germanwings, Lufthansa, Turkish, Wizzair

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

23-2-2017